Come si fano trecce capelli

Trecce per capelli: come si fanno?

Chi ha detto che solo le donne africane portano le trecce? Se volete approfittare dei suoi vantaggi, potete adottare anche voi questo taglio di capelli. È vero che siamo abituati a vedere le donne nere con le trecce sui capelli.

Tuttavia, se prestate attenzione alle tendenze, vedrete che molte celebrità americane ed europee le portano piuttosto bene. Basta guardare le due trecce di Katie Perry, la frangia intrecciata di Laura Whitmore, la treccia alta di Rooney Mara, lo chignon intrecciato di Penelope Cruz e la treccia africana di Hailey Baldwin, per esempio.

Tutti i tipi di capelli possono essere intrecciati?

Trecce capelli

I capelli crespi, ricci o mossi sono i più adatti per la treccia africana. Infatti, permettono di gestire questi ultimi e di ridurne significativamente il volume. Tuttavia, ciò non significa che i capelli lisci non possano essere intrecciati.

Anche quando hanno i capelli lisci, diverse celebrità hanno già portato trecce africane di assoluto successo. Il trucco? Usare un buon fissativo, soprattutto uno che permetta di mantenere il bell’aspetto dei capelli per tutto il giorno. Poi, per aumentare la quantità di punti di tenuta e allungarne la durata, è bene intrecciare anche ciocche sottili di capelli.

Per sapere come lavare i capelli con le trecce, cliccate qui!

Le trecce danneggiano la fibra dei capelli?

Poiché proteggono i capelli da diverse aggressioni esterne, le trecce africane sono considerate acconciature protettive. Inoltre, favoriscono lo sviluppo dei capelli e danno tregua al cuoio capelluto.

Va tuttavia notato che le trecce troppo strette possono causare la rottura e la fragilità dei capelli. Lo stesso vale per le aggiunte di trecce.

Attenzione: intrecciare i capelli troppo regolarmente può avere anche effetti negativi, come una forte perdita di capelli, lesioni al cuoio capelluto o alterazioni della qualità dei capelli.

Qual è la lunghezza minima dei capelli che può essere intrecciata?

Non tutte le lunghezze di capelli possono essere portate con le trecce come acconciatura. Sui capelli lunghi e di media lunghezza sono efficaci. Tuttavia, sono difficili da applicare sui capelli corti, in particolare su quelli più corti di 10 cm.

Per questo motivo, alcuni utenti scelgono delle aggiunte. In questo modo è possibile avere capelli più lunghi e spessi e utilizzare diversi stili di intreccio. I capelli corti e sottili sono del tutto inadatti all’intreccio. Le trecce per capelli piccoli non rimangono al loro posto perché hanno la tendenza a scivolare.

Quali sono i tipi di trecce per capelli?

Le trecce per capelli lisci e le trecce per capelli crespi sono due tipi diversi di trecce per capelli.

Trecce per capelli indisciplinati

Innanzitutto, le trecce per capelli crespi sono disponibili in una varietà di modelli, ma i più popolari e in voga sono le treccine, le trecce di filo, i finti locs, i torciglioni senegalesi, i torciglioni marley, le trecce a scatola e le trecce all’uncinetto.

Cornrow braids

La fila di mais è indicata con il termine cornrow braids. Esse prevedono l’allineamento di file di trecce su capelli piastrati che possono essere più o meno distanziate tra loro a seconda della quantità di capelli intrecciati in ogni ciocca.

Una delle trecce più popolari durante le feste è questa. Spesso si adattano perfettamente al cranio e sono piuttosto strette.

Yarn braids

Le trecce di filo sono trecce normali che vengono allungate con la lana. Poiché la lana acrilica è in grado di trattenere il calore, sono l’acconciatura invernale per eccellenza. Inoltre, sono molto più leggere dei capelli sintetici e consentono di avere trecce colorate.

Dreadlocks

Le ciocche rasta estremamente lucide e dalla consistenza spessa sono chiamate ciocche finte. Sono semplici da realizzare, in quanto basta fare una treccia sottile e sciolta su tutta la testa dei capelli a partire dalla radice.

Poi, per nascondere completamente le trecce, bisogna prendere il filo o la ciocca di lana e avvolgerlo intorno a ogni treccia dalla radice alla punta. Una volta raggiunte le punte, bisogna continuare allo stesso modo, tornando alle radici. Infine, è necessario fissare le estremità delle ciocche per completare l’operazione.

I torciglioni del Senegal

Le pieghe del Senegal sono acconciature fantastiche per i capelli ricci o crespi. Sono metodi che fanno risparmiare tempo e che prevedono l’avvolgimento di capelli sintetici intorno a capelli naturali.

Marley Twist

Gli intrecci senegalesi e i Marley Twist sono praticamente identici. I Senegalese Twists sono realizzati con capelli sintetici più sottili, con la sola differenza che sono costruiti con capelli Marley più spessi.

Box Braids

Le trecce a scatola sono un modello di intreccio africano che prevede la creazione di trecce con tre rami uniformi su tutta la testa. Le boxer braids non sono la stessa cosa di questa pettinatura. In realtà, può essere applicata sia ai capelli naturali che a quelli sintetici e dura diverse settimane.

La treccia all’uncinetto

Un’altra pettinatura protettiva molto facile e veloce da realizzare è la treccia all’uncinetto. Permette di variare la pettinatura e garantisce un aspetto davvero naturale. Per realizzarla sono necessari un uncino e due o tre pacchetti di ciocche.

Dopodiché, bisogna creare almeno 10 file di trecce da far aderire al dorso. Prendete una ciocca, piegatela a metà e avvolgetela intorno al dito indice come passo successivo. Una volta sbloccata la chiusura, il gancio deve essere infilato sotto il tappetino.

Dopo aver inserito lo stoppino nel gancetto, bisogna farlo scivolare sotto il tappetino, sigillandolo. Rimuovere il gancio e inserire il pollice nell’occhiello per continuare. Lo stoppino va quindi stretto con cura dopo essere stato infilato due volte nell’occhiello. Ripetere questa procedura per ogni stoppino e il gioco è fatto!

Trecce per capelli lisci

Rispetto alle trecce per capelli crespi, le trecce per capelli lisci sono in genere più semplici da realizzare. Esistono diverse tecniche di intreccio, tra cui la treccia francese, la treccia a cascata, la treccia a coda di pesce, la treccia alla newyorkese, la treccia inversa e l’updo intrecciato. E se volete vedere gli oli per i capelli crespi, eccovi accontentati!

Treccia alla francese

La treccia più popolare per l’estate è la tradizionale treccia alla francese. È semplice da realizzare e ha un aspetto attraente. In realtà, bisogna iniziare separando una parte frontale dei capelli in tre ciocche.

Dopodiché, si intrecciano le prime ciocche aggiungendo ogni volta una nuova ciocca, strappando una sezione di capelli dal lato e inserendo la prima ciocca. Fino alla fine, si deve eseguire lo stesso procedimento. Infine, bisogna legare i capelli.

La treccia a cascata

Una versione della treccia francese è la treccia a cascata. Il primo passo consiste nel creare una treccia francese sulla corona della testa. La ciocca più bassa deve essere lasciata cadere e sostituita con una nuova ciocca. Ripetete questo procedimento fino a quando la treccia non avrà raggiunto la lunghezza giusta. La treccia deve poi essere fissata con delle forcine.

La treccia a coda di pesce

La coda di pesce è una treccia dall’aspetto complesso. Per realizzarla, bisogna dividere i capelli in due parti uguali, quindi spostare una ciocca dalla parte posteriore di una zona alla parte anteriore dell’altra.

Lo stesso procedimento deve essere seguito fino a quando tutti i capelli sono stati intrecciati. Infine, fissate l’estremità della treccia con un elastico. Per scoprire come legare l’elastico per capelli, andate qui!

La treccia di New York

La treccia di New York, che è una treccia rilassata, vi farà sembrare sicuramente una newyorkese. Si ottiene pettinando i capelli all’indietro e sistemandoli in una tradizionale treccia laterale.

Iniziate dalla base e risalite gradualmente per ottenere un look più naturale. Quindi, per completare la treccia, legatela in una coda di cavallo.

La contro-treccia

Per completare la treccia al contrario, create uno chignon. Assomiglia quasi esattamente a una treccia tradizionale, con la differenza che le ciocche devono essere disposte una sotto l’altra e non una sopra l’altra. Poi, per creare un piccolo chinon alto, bisogna legarle con un articolo per capelli.

Lo chignon con le trecce

Lo chignon con le trecce, una bella pettinatura, può essere indossato in occasioni speciali. È di gran classe. Inoltre, può essere realizzata in modo semplice e veloce.

Iniziate creando un pezzo di capelli a forma di triangolo dalla vostra parte. Il passo successivo consiste nel dividere questa porzione in tre parti e intrecciarle. Con l’indice, ogni volta che una ciocca viene riportata sopra le altre, è necessario aggiungere una ciocca alla sezione dei capelli. Quindi, ripetere il passaggio precedente nella direzione della forma della testa per ottenere una « U ».

Il passo successivo consiste nell’attorcigliare i capelli rimanenti verso la fronte e l’interno della testa. La ciocca in eccesso deve essere riportata nell’incavo dell’intreccio e fissata con uno spillo.

Posso lavare i capelli senza rimuovere l’acconciatura?

Tipi trecce capelli

Si possono lavare benissimo i capelli senza togliere le trecce. In realtà, si tratta di una manutenzione necessaria per evitare la caduta e la rottura dei capelli dopo l’aggiunta o la rimozione delle trecce.

Per rimuovere la polvere e la forfora che si sono accumulate sui capelli e per dare ai capelli tutto ciò di cui hanno bisogno, è fondamentale utilizzare uno shampoo purificante, antiforfora, nutriente e idratante ogni 10 giorni.

È meglio evitare di lavare i capelli con la testa immersa, perché la pressione dell’acqua e l’intreccio sui capelli lunghi potrebbero affaticare le radici. È preferibile utilizzare uno spray e nebulizzare il cuoio capelluto con la soluzione di shampoo e acqua. Quindi, massaggiare delicatamente prima del lavaggio.

Non c’è nulla di male a fare lo shampoo ai capelli intrecciati ogni tanto. Tuttavia, non è necessario utilizzare un balsamo. Esistono anche maschere per capelli fatte apposta per i capelli intrecciati e le extension. Non abbiate paura di provarle.

Per quanto tempo posso tenere le trecce?

Le trecce possono essere mantenute per circa due settimane. Potete constatare voi stesse che oltre questo periodo iniziano a perdere la loro bellezza.

Se si utilizzano dei miglioramenti, il limite di conservazione è di sei settimane. Se non lo fate, avrete problemi con i vostri capelli, tra cui capelli fragili, opachi, secchi e/o diradati, oltre a forfora, irritazioni e prurito.

Consigli per creare trecce fantastiche

Prima di fare la treccia, preparate i capelli in modo adeguato. I capelli devono essere puliti, ben nutriti e ben idratati. Quindi lavate e idratate i capelli la sera prima.

Considerate la possibilità di idratare frequentemente i vostri capelli naturali se avete intenzione di portare le trecce. Utilizzate una crema idratante a base d’acqua, ad esempio, dalla punta alla radice. Successivamente, potete lubrificare il cuoio capelluto con un olio vegetale.

Dormite con un foulard di seta per proteggere le trecce. Prima di andare a letto, raccogliete le trecce in una coda di cavallo bassa e copritele con un foulard. Scegliete poi una federa di raso.

Distanziate le trecce per mantenere i capelli in ottime condizioni. In realtà, per permettere ai capelli di respirare tra una treccia e l’altra, pensate di fare una pausa. Per evitare rotture, deterioramento del cuoio capelluto e cambiamenti nella qualità dei capelli, dovreste aspettare dalle 3 alle 6 settimane prima di rifare la treccia.

I nostri consigli su come ottenere belle trecce per capelli: 

Quando siete pronti per iniziare l’intreccio, iniziate a separare i capelli in tre sezioni uniformi. Assicuratevi che ogni sezione abbia una quantità uguale di capelli e che le ciocche siano lisce e senza grovigli prima di iniziare. Tenete una ciocca in ogni mano e incrociate la sinistra sul centro, poi la destra sul nuovo centro. Per fare una treccia più lunga, ripetete questi passaggi fino a raggiungere la lunghezza desiderata o a terminare la treccia. Terminate con un piccolo elastico per una tenuta sicura e un aspetto ordinato. Se lo desiderate, spruzzate la treccia finita con della lacca per una maggiore tenuta. Con un po’ di pratica, la treccia può diventare più facile e più efficiente con il tempo!

Ora che sapete come fare le trecce, potete provare una varietà di stili diversi. Trecce alla francese, trecce a coda di pesce e trecce olandesi sono tutte ottime opzioni che utilizzano la stessa tecnica di base ma con qualche tocco in più. Potete anche giocare con accessori diversi, come nastri e barrettes, per aggiungere un tocco di classe o creare un look unico. Se vi sentite avventurose, provate a intrecciare delle perline nella treccia per un tocco elegante! La treccia è un modo semplice e divertente per ravvivare la vostra acconciatura, indipendentemente dall’occasione. Prendete le trecce e date sfogo alla vostra creatività: non sapete mai che stile straordinario potreste ottenere! 

Come prendersi cura delle trecce?

Una corretta cura dei capelli intrecciati è importante per mantenere in salute il cuoio capelluto e i capelli, oltre che per preservare l’integrità delle trecce. Ecco alcuni semplici consigli per prendersi cura dell’acconciatura a treccia: 

1. Utilizzate un pettine a denti larghi o una spazzola districante sui capelli prima di lavarli. Questo aiuterà a sciogliere eventuali nodi che si sono formati nella treccia e a facilitare la pulizia. 

2. Lavate i capelli con uno shampoo e un balsamo senza solfati, concentrandovi sul cuoio capelluto. In questo modo, il cuoio capelluto e le radici saranno puliti senza seccare le ciocche. 

3. Dopo la doccia, utilizzate un balsamo leave-in idratante per mantenere le punte dei capelli idratate e prevenire le doppie punte. 

4. Avvolgete le trecce in un foulard di seta o di raso la sera prima di andare a letto. In questo modo si preserva il disegno della treccia e si evita che si aggrovigli durante il sonno. 

5. Evitate di usare prodotti pesanti a base di olio sul cuoio capelluto, perché possono causare accumuli e appesantire le trecce. Utilizzate invece oli leggeri studiati per idratare i capelli naturali, come l’olio di jojoba o di cocco. 

6. Infine, assicuratevi di tagliarli regolarmente per mantenere i capelli sani e privi di doppie punte. In questo modo, potrete mantenere un look bellissimo con il minimo sforzo! 

Seguendo questi semplici consigli, potrete mantenere le vostre trecce fresche e sane più a lungo. Con una manutenzione regolare, potrete godervi il vostro nuovo look con orgoglio!

5/5 - (1 vote)
Scoprire  Come prendersi cura dei capelli afro?
Retour en haut