Cuoio capelluto massagio

Massaggio al cuoio capelluto: come si fa?

Non tutti quelli che dicono « massaggio » intendono « massaggio del corpo ». Può anche comportare il massaggio dei capelli, in particolare del cuoio capelluto. Tieni presente che ci sono diversi muscoli della testa e del viso che devono essere coinvolti. Pertanto, lascia i capelli sciolti per godere appieno dei vantaggi di un massaggio alla testa.

Perché usiamo il termine « cuoio capelluto »?

Capelluto massagio

La superficie continua, adattabile e resiliente che ricopre il cranio e su cui si sviluppano i capelli è chiamata cuoio capelluto. È formato da molti strati, simili alla pelle, tra cui l’epidermide, che ospita il bulbo pilifero, e il derma, che ospita tutti i vasi sanguigni e almeno 230 terminazioni nervose.

Rispetto alla pelle, che rigenera le cellule ogni 28 giorni, il cuoio capelluto lo fa ogni 14 giorni. Inoltre, lo shampoo viene generalmente utilizzato per eliminare le cellule morte.

Esistono diversi tipi di cuoio capelluto. Il termine « cuoio capelluto grasso » si riferisce a un cuoio capelluto disorganizzato che produce una quantità eccessiva di sebo nel tentativo di proteggersi. Poi c’è il cuoio capelluto secco, che tende a tirare e mostrare squame, o forfora. Genera pochissimo sebo.

Poi c’è il cuoio capelluto sensibile, soggetto a prurito, forfora e caduta perché non tollera le diverse aggressioni esterne tra cui inquinamento, sole, stiratura, shampoo chimici e acqua salata.

E per vedere gli shampoo biologici per capelli grassi, è qui!

Quali vantaggi ha il massaggio del cuoio capelluto?

Quali vantaggi ha il massaggio del cuoio capelluto?

I vantaggi del massaggio del cuoio capelluto sono numerosi. Ha un enorme potenziale di bellezza e benessere. Inoltre, è un’azione lenitiva fondamentale per il benessere del corpo, della mente e dei capelli.

I benefici del massaggio del cuoio capelluto per capelli sani e belli

Il massaggio regolare del cuoio capelluto può migliorare la salute e l’attrattiva dei tuoi capelli. Ammorbidisce il cuoio capelluto per capelli più setosi e lucenti e scioglie le radici che restringono i pori e la microcircolazione sanguigna.

Anche il cuoio capelluto ne è ossigenato. Ciò garantisce un buon taglio e un’asciugatura più duratura. Qui, è importante tenere presente che il cuoio capelluto funziona in modo simile all’epidermide. Inoltre, richiede coccole, manutenzione e un trattamento delicato.

Massaggia il cuoio capelluto per incoraggiare lo sviluppo dei capelli

L’automassaggio è ideale anche per favorire il rinnovamento dei capelli. Persone che soffrono di caduta stagionale dei capelli, squilibri ormonali, stress, ecc. dovrebbe preferirlo poiché stimola la microcircolazione sanguigna.

Scoprire  Come non avere i capelli ricci rovinati?

In particolare, favorisce il miglioramento del flusso sanguigno e dei nutrienti. Queste ben note vitamine e minerali facilitano anche il facile sviluppo delle fibre capillari. Di conseguenza, i capelli sono più forti e si sviluppano più rapidamente e folti.

Massaggia il cuoio capelluto per ridurre la tensione

Un altro trattamento lenitivo è il massaggio craniale. Ossigenando il tuo sistema circolatorio e influenzando il tuo sistema neurale, può fornirti una sana dose di calma.

In realtà, concentrarsi su specifici punti sensibili, come la parte superiore della testa, dietro le orecchie e sulla fronte, può aiutare il massaggio energetico del cuoio capelluto ad essere molto utile per ridurre lo stress e promuovere un senso di benessere. Incoraggia il rilassamento generale del corpo e aiuta a rilasciare lo stress.

Massaggiare il cuoio capelluto prima di somministrare il trattamento

Il massaggio del cuoio capelluto diventa pronto per dare cura. Facilita l’assorbimento dei componenti attivi nei prodotti per capelli che vengono applicati sul cuoio capelluto e sui capelli. Favorisce la microcircolazione e diffonde il calore, come già accennato. Di conseguenza, può aumentare la penetrazione delle sostanze chimiche attive nel bulbo pilifero garantendo una maggiore efficacia della cura.

Per questo motivo, l’automassaggio è spesso consigliato prima di utilizzare uno shampoo, un balsamo o una maschera per capelli. Di conseguenza, l’assorbimento dei prodotti per capelli è reso più facile ed efficace.

Come dovrei massaggiare esattamente il mio cuoio capelluto?

Non è solo per gli specialisti massaggiare il cuoio capelluto. Puoi praticare i movimenti appropriati a casa da solo. È vero che in un salone sei coccolato e ti viene data un’attenzione esperta e personalizzata. Ma tieni presente che è necessario un frequente massaggio dei capelli. Non per suggerire che deve diventare un riflesso, ma devi includerlo nella tua routine quotidiana per i capelli.

I movimenti appropriati da utilizzare durante il massaggio del cuoio capelluto

Usa la polpa delle dita, non la punta delle dita, per massaggiare efficacemente il cuoio capelluto. Quindi, inizia facendo alcuni movimenti circolari sopra la testa. Continua per qualche secondo a livello delle tempie, poi scendi lentamente dietro le orecchie senza alzare le dita.

Esercitare una pressione sul collo per terminare massaggiando direttamente il cuoio capelluto. Non aver paura di compiere questo atto di gentilezza più volte alla settimana. Dovrebbero essere necessari dai 2 ai 5 minuti.

Altri metodi per massaggiare il cuoio capelluto

Altre tecniche di massaggio cranico possono essere utilizzate anche per incoraggiare la crescita dei capelli.

Muovendo le mani in avanti, indietro e in cerchio mentre le metti sulla testa all’altezza del collo, puoi portarle gradualmente in cima alla testa.

In alternativa, puoi alternativamente posizionare le mani alle estremità della testa pizzicandole leggermente e poi tirandole saldamente al centro del cranio.

Inoltre, il tapping è un’altra strategia efficace. Devi farlo picchiettando delicatamente il cuoio capelluto dal collo alla sommità della testa con la punta delle dita.

C’è anche l’approccio a ventosa, ma non è tutto. Ciò comporta impilare le mani e utilizzare un movimento di ventosa per coprire l’intero cuoio capelluto, iniziando dal collo e risalendo fino alla fronte. Di conseguenza avvertirai una lieve sensazione di pizzicamento.

Scoprire  Maschera per capelli all'avocado: ricette e benefici

Per stimolare il flusso sanguigno al cuoio capelluto, puoi tirare delicatamente i capelli. Per fare ciò, tira delicatamente i folti peli sulla nuca. Quindi, sposta delicatamente le altre ciocche verso la fronte mentre fai lo stesso con loro.

Con che frequenza massaggi il cuoio capelluto?

Si consigliano 1-2 massaggi settimanali del cuoio capelluto di 5 minuti.

Il massaggio del cuoio capelluto di 5 minuti dovrebbe essere eseguito due o tre volte alla settimana. Per preparare al meglio i capelli e il cuoio capelluto alla ricezione dei principi attivi, farlo prima di fare lo shampoo. Quindi, devi farlo anche su capelli asciutti e districati.

Va detto che alcune persone massaggiano il cuoio capelluto utilizzando una spazzola o un altro tipo di attrezzatura specifica per massaggi. Ma gli specialisti affermano che per ottenere un tocco sentito e un’attenzione sensibile, è necessario dare la priorità al contatto con le mani, promuovere l’attrito e mobilizzare la polpa delle dita e dei palmi per un breve periodo di tempo.

Per chi ha fretta, lo shampoo potrebbe includere un massaggio al cuoio capelluto.

Per le persone che hanno bisogno di lavarsi rapidamente, il massaggio alla testa è un’opzione. In questa situazione, è necessario applicare una piccola quantità di shampoo sulla parte superiore della testa ed emulsionarlo con un po’ d’acqua.

Successivamente, massaggia delicatamente il cuoio capelluto con la punta delle dita mentre emulsioni nuovamente fino a quando i capelli non saranno completamente puliti. Pur potenziando l’impatto dei composti attivi dello shampoo, questa procedura assicura un effetto calmante.

Quotidianamente per arrestare la caduta dei capelli

Dovresti massaggiare il cuoio capelluto ogni giorno se desideri ridurre o arrestare la caduta dei capelli. L’automassaggio su base regolare favorisce lo sviluppo dei capelli e ne rallenta l’invecchiamento. Rende i capelli più sani e forti. La loro longevità è estesa da questo.

Come si può migliorare un massaggio al cuoio capelluto?

L’ingrediente più popolare nel massaggio dei capelli è l’olio vegetale. È vero che puoi massaggiare i capelli asciutti con questo tipo di tecnica. Ma puoi migliorare i risultati se usi olio vegetale. In realtà, dovresti selezionare il tuo olio da massaggio per capelli in base al tipo di capelli che hai e ad eventuali problemi legati ai capelli.

Gli oli da massaggio ideali per capelli e cuoio capelluto grassi

Preferisci olio di jojoba, olio di nigella o olio di nocciole se i tuoi capelli sono unti. Questi hanno una reputazione molto solida per il controllo del sebo. Hanno anche proprietà detergenti, difensive, idratanti e rinnovanti.

Particolarmente utile per nutrire e ravvivare i capelli è l’olio di jojoba. Protegge i capelli donandogli elasticità e lucentezza.

Al contrario, l’olio di nigella funziona come un potente trattamento naturale per la calvizie e ha la capacità di controllare la produzione di sebo. Grazie al suo alto contenuto di vitamine B6 e B8, aiuta ad arrestare la caduta dei capelli e favorire la rigenerazione dei capelli.

Scoprire  Maschera all'uovo per capelli: come si fa?

L’olio di nocciola è anche ricco di acidi grassi, fitosteroli e omega 6 e 9. Ciò gli conferisce la capacità di favorire la guarigione della fibra capillare. Anche la vitamina E è inclusa in esso. Ha qualità idratanti e antiossidanti come risultato.

I migliori oli da massaggio per capelli secchi e fragili e per il cuoio capelluto

Se hai le punte secche, dovresti usare invece olio di argan, olio di cocco o olio di mandorle dolci.

Per prevenire le doppie punte, l’olio di argan è il balsamo perfetto. Ammorbidisce e lucida i capelli chiudendo le squame. Può aiutare a lisciare e domare i capelli.

D’altra parte, l’olio di cocco è ampiamente rinomato per le sue qualità nutrienti e calmanti. A causa dell’elevato contenuto di acido laurico, preserva regolarmente i capelli e può anche farli brillare.

Ultimo ma non meno importante, l’olio di mandorle dolci è un olio altamente grasso che fa miracoli per ravvivare l’elasticità e la lucentezza dei capelli. Aiuta nella lotta contro l’irritazione del cuoio capelluto e può reidratare i capelli in profondità, fino alle radici.

I migliori oli per il massaggio del cuoio capelluto e la crescita dei capelli

È necessario utilizzare olio di ricino o olio di sesamo per favorire lo sviluppo dei capelli.

L’olio vegetale chiamato olio di ricino viene utilizzato specificamente per la ricrescita dei capelli. Poiché favorisce la microcircolazione nel bulbo pilifero, stimola la crescita dei capelli. Inoltre, può aiutare nella lotta contro la caduta dei capelli. Inoltre, aiuta a restituire lucentezza, elasticità e morbidezza ai capelli.

L’olio di sesamo ha alti livelli di vitamine E e K1. Inoltre, contiene molti acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi. Favorisce la microcircolazione mentre idrata il cuoio capelluto. Di conseguenza, la forfora e la caduta dei capelli vengono prevenute.

Suggerimenti finali per il massaggio della pelle pelosa

Va notato che puoi anche produrre il tuo olio da massaggio per il cuoio capelluto fatto in casa. Per questo hai bisogno di una base di olio vegetale, come olio di cocco, olio di ricino o olio d’oliva. Il passaggio finale consiste nell’aggiungere una piccola quantità di olio essenziale.

Ad esempio, l’olio essenziale di rosmarino è ampiamente riconosciuto per i suoi effetti astringenti e purificanti sul cuoio capelluto. Aiuta a combattere la forfora promuovendo allo stesso tempo lo sviluppo dei capelli.

D’altra parte, l’olio essenziale dell’albero del tè ha alcune caratteristiche antimicrobiche davvero intriganti. La forfora può essere trattata in modo efficiente e organico con esso. Quindi, mentre consente ai capelli di ricrescere meno velocemente, può anche pulire le radici. Per dirla in altro modo, funziona bene per curare i capelli grassi.

Inoltre, la scelta della combinazione di olio vegetale e miele non ha effetti negativi. Pur evitando che i capelli diventino nuovamente grassi, il miele pulisce il cuoio capelluto. Inoltre, possiede qualità sbiancanti e idratanti e può far brillare i capelli.

Se non hai olio vegetale in casa, puoi usare invece avocado maturo e miele. Questo frutto fornisce una buona fonte di acidi grassi vitali e vitamine A, E, B6 e C. Di conseguenza, i capelli possono essere nutriti e idratati in profondità, diventando anche più lucenti, morbidi e tonici.

5/5 - (1 vote)
Retour en haut